Università, solidarietà e boicottaggio

Spero abbiate notato che il blog si è allargato nella sezione link della Categoria “Università per la Palestina”. Essendo noi degli studenti universitari avremmo grande piacere a riunirci in una collaborazione internazionale fra universitari. Nella recente assemblea interateneo tenutasi a Roma è venuto fuori che anche l’Ateneo Napoletano e Palermitano si stanno occupando della questione Palestinese. E’ inoltre noto che l’Inghilterra è attiva in questo campo già da settimane, con mobilitazioni, occupazioni e  attività varie. Riportiamo qui un articolo tratto da Infopal sullo stesso argomento: la Hampshire College di Amherst, nel Massachusetts, prima università americana ad appoggiare il boicotaggio contro l’Apartheid in Sudafrica, ha ottenuto di interrompere tutti i legami che aveva con lo stato di Israele.

BOYCOTT ISRAELI OCCUPATION: college Usa ripropone boicottaggio in stile anti-Apartheid sudafricano.

Lo Hampshire College di Amherst, nel Massachusetts, ha deciso di boicottare le aziende che sono coinvolte nell’occupazione israeliana della Palestina.

Si tratta del primo caso, in ambiente scolastico e accademico, negli Stati Uniti, ed è stato promosso dal gruppo Students for Justice in Palestine (SJP), da due anni impegnato nella campagna di boicottaggio.
Il gruppo ha esercitato pressioni affinché il consiglio di amministrazione del collegio Hampshire rompesse i rapporti con sei compagnie coinvolte nell’occupazione israeliana di Cisgiordania e Gaza.

800 tra studenti e docenti hanno firmato la dichiarazione istituzionale di SJP.

L’istanza è stata approvata il 7 febbraio 2009 dal consiglio: “SJP crede che lo Hampshire ha preso le distanze dall’occupazione illegale e dai crimini israeliani”, recita la dichiarazione.

Lo Hampshire College fu il primo negli Usa, 32 anni fa, a boicottare il Sudafrica dell’Apartheid, e ora fa lo stesso con Israele. “E’ una decisione basata su simili preoccupazioni per i diritti umani”, afferma il documento.

La campagna di disinvestimento è stata appoggiata anche da Noam Chomsky, Howard Zinn, Rashid Khalidi, Cynthia McKinney, da Ronnie Kasrils, ex membro dell’African National Congress, dallo storico israeliano Ilan Pappe, John Berger, Tariq Ali, dal premio Nobel per la pace Mairead Maguire, da Roger Waters dei Pink Floyd, e da Luisa Morgantini, vice-presidente del Parlamento Europeo.

Questo è l’elenco delle compagnie boicottate, in quanto coinvolte nell’occupazione di Cisgiordania e Gaza: Caterpillar, United Technologies, General Electric, ITT Corporation, Motorola e Terex.

La SJP ha così risposto positivamente all’appello della “Società civile palestinese per il Boicottaggio, il Disinvestimento e le Sanzioni (BDS)” in quanto mezzo nonviolento per esercitare pressioni sullo stato israeliano affinché ponga fine alle violazioni della legge internazionale.

Altre realtà internazionali di boicottaggio dell’occupazione israeliana della Palestina sono la National Association of Teachers in Further and Higher Education, in Gran Bretagna, Gush Shalom, il Congresso del South African Trade Unions, la Canadian Union of Public Employees, il American Friends Service Committee.

Altre info: http://www.pacbi.org

Ecco i link alle altre università per la Palestina:

SOAS: http://soassolidarity4gaza.blogspot.com
LSE: http://lseoccupation.blogspot.com/
Kings College London: http://kcloccupation.blogspot.com/
Cambridge: http://cambridgegazasolidarity.blogspot.com/
Essex: http://www.facebook.com/group.php?gid=45143838671
Oxford: http://occupiedoxford.wordpress.com/
Sussex: http://sussexoccupation.blogspot.com/
Birmingham: http://birminghamoccupation.wordpress.com/
Manchester MET: http://mmuoccupation.blogspot.com/
Warwick: http://warwicksolidaritysitin.wordpress.com/
Leeds: http://leedsunioccupation.blogspot.com/
Articolo sulle occupazioni: http://stopthewall.org/worldwideactivism/1825.shtml

Una risposta a Università, solidarietà e boicottaggio

  1. […] università e la resistenza Già abbiamo accennato alla forte mobilitazione nelle università inglesi per protestare contro l’aggressione di Gaza. Il nostro ufficio […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: